È una storia a lieto fine quella del signor Antonio Esposito di Montesano sulla Marcellana.

Una storia di speranza e di coraggio di cui tutti abbiamo bisogno per andare avanti in queste settimane di emergenza sanitaria che ci hanno messo a dura prova. Antonio ha 89 anni ed è un anziano ospite della Casa Famiglia “San Pio” di Padula risultato positivo al Covid-19 oltre due settimane dopo i primi contagi avvenuti nella struttura.

Antonio inizialmente era negativo al virus, solo in seguito ad un secondo tampone è stato ricoverato presso l’ospedale di Scafati e oggi pomeriggio ha fatto finalmente ritorno a casa, tra le braccia dei suoi cari, la figlia Rosetta e i nipoti Antonio e Daniele. Con emozione lo hanno atteso a Sassano, dove lo ospiteranno nella loro abitazione. Nonno Antonio ha dimostrato tanta forza e ha vinto la battaglia contro il temuto virus senza aver paura e con la speranza che sarebbe presto tornato a casa. Un doppio tampone attesta la sua negatività al Sars-Cov-2 e ha permesso di riportarlo tra le braccia di chi gli vuole bene.

“Per noi non esiste gioia più grande di quella provata oggi nel rivederlo – dichiarano i familiari dell’anziano montesanese – e averlo di nuovo a casa è il regalo più bello che potessimo ricevere. Ringraziamo il sindaco di Sassano Tommaso Pellegrino, la dottoressa Rosa D’Alvano, responsabile del Dipartimento di Prevenzione della ASL di Salerno, il sindaco di Teggiano Michele Di Candia e il medico di base, dottor Francesco D’Alessandro e la Pubblica Assistenza Onlus Soccorso Sociale. Questo virus ha portato a tutti preoccupazione e sofferenza, ma sconfiggerlo è un motivo in piú per avere e dare speranza a tutti”.

– Chiara Di Miele –

Un commento

  1. Antonio Cantelmi says:

    Sono allegramente commosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*