In 34, tra comuni e frazioni del Cilento domani resteranno senza acqua a causa di urgenti interventi di manutenzione sulla condotta adduttrice del “Faraone”. Si tratta di Torre Orsaia, Roccagloriosa, S. Giovanni a Piro, Camerota, Celle di Bulgheria, Centola, S. Severino, S. Nicola, Torre Gabella, Piano Faracchio, Pisciotta capoluogo, Caprioli, Pisciotta marina, Ascea, Marina di Ascea, Stampella, Casalvelino marina, Acquavella, Bivio Acquavella, Verduzio, Vallo scalo, Salicuneta, Velina, Omignano scalo, Dominella, Pioppi, Minnelea, Caleo, Acciaroli, Mezzatorre, Agnone, Punta Capitello, Punta Pistacchio, San Nicola. Lo riporta il quotidiano “La Citta di Salerno”.

L’erogazione dell’acqua dovrebbe essere interrotta – secondo quanto riferito da Consac gestioni idriche – dalle 13 alle 23. La condotta in questione – si legge su La Città – è un’adduttrice principale di 70 chilometri che serve 15 comuni, su un totale di 50 enti gestiti da Consac. Le parti maggiormente a rischio sono: 1,5 chilometri lungo la costa di Pisciotta dove la tubatura è esposta a intemperie e mareggiate non essendo più interrata; 15 chilometri tra Roccagloriosa, Rofrano e Celle di Bulgheria. Solo pochi giorni fa la Consac ha eliminato circa 20 falle in 7 chilometri di tubazione, sospendendo l’erogazione idrica a buona parte della fascia costiera cilentana.

– redazione –


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*