A Sala Consilina riprende la rassegna nazionale Teatro in Sala, giunta alla XXIV edizione con la stagione 2019-2020.

Domani, domenica 19 gennaio, con inizio alle ore 18.00, presso il Teatro Comunale Mario Scarpetta, secondo appuntamento con gli spettacoli in concorso: in scena “Come si rapina una banca” rappresentato dal  “Teatro dei Dioscuri” di Campagna. Il testo è un classico contemporaneo di Samy Fayad e sarà allestito con la regia di Antonio Caponigro. Per festeggiare i suoi 30 anni di attività, il Teatro dei Dioscuri riprende uno dei propri cavalli di battaglia. Brillante e a tratti surrealista, la commedia di Samy Fayad narra le vicende di una povera famiglia napoletana che, per riscattare il proprio destino, decide di rapinare una banca.

Una storia scombinata, quella dei protagonisti di “Come si rapina una banca”, che alla fine si rivela un lavoro d’incastro di incredibile perfezione, come la vita che non spreca nulla.










Prima dello spettacolo, il “talento ospite” sarà Angelo Chirichella, scultore 44enne originario di Sala Consilina già protagonista di varie mostre, da Teano a Monreale a cura di Vittorio Sgarbi, da Genova a Capua, da Roccamonfina a Napoli, da Milano a Ferrara. Importantissime tracce della sua arte possono essere ammirate nella chiesa bizantina di Santa Maria dell’Assunta a Civita (Cifti), paese calabrese di origini albanesi in provincia di Cosenza, dove realizzò il tabernacolo nel 2005 e, nel 2010, il monumentale coro ligneo intarsiato.

La sua ultima esposizione, dal titolo “Legno in-forme“, si è svolta il mese scorso presso il Museo Archelogico Elena D’Alto ad Atena Lucana.

Appuntamento da non perdere a Teatro in Sala, dunque, domani alle ore 18 presso il Teatro Comunale Mario Scarpetta di Sala Consilina.

– Paola Federico –





















Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*