Un traguardo importante coronato dalla presenza di un affetto importante. È quanto accaduto questa mattina al Liceo Scientifico “Pisacane” di Padula dove il 18enne Antonio Alliegro ha sostenuto l’esame di Stato. Come tutti i giovani studenti ha dovuto scegliere un accompagnatore per discutere il maxi orale all’epoca della pandemia e ha deciso di farsi accompagnare dalla cara nonna.

Antonio, senza alcun dubbio, ha fin da subito palesato l’intenzione di portare nonna Rosa, 82 anni, da sempre considerata una seconda mamma. “Mi trasmette serenità e voglio darle una gioia” è la motivazione data dal giovane a chi più di una volta ha chiesto spiegazioni sulla singolare scelta.

Nonna Rosa, nonostante gli acciacchi, ha assistito (con non poca tensione) all’esame dell’adorato nipotino. E alla domanda delle insegnanti che chiedevano cosa ne pensa dell’esame ha risposto senza dubbi: “Lo avete torturato“.

Una bella gioia per tutta la famiglia coronata dalla presenza di una figura importante che ha offerto supporto emotivo. Una testimonianza di come i nonni rappresentino un rifugio sicuro con il loro affetto inesauribile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*