La discarica di Macchia Soprana a Serre sarà chiusa per sempre.

A pronunciarsi è stato il Tar Lazio che, in primo grado, ha vietato eventuali riattivazioni della discarica, aperta nel 2007 durante l’emergenza rifiuti e in seguito chiusa nel 2009, dopo aver accolto oltre 700mila tonnellate di rifiuti provenienti da tutta la regione.

ricorsi furono presentati tre anni fa al Tribunale Amministrativo dall’amministrazione comunale, all’epoca guidata dal sindaco Palmiro Cornetta, che da sempre aveva manifestato la sua contrarietà all’impianto, in seguito a un atto della Provincia di Salerno che paventava la possibilità di riaprire la discarica per accogliere altre 100mila tonnellate di rifiuti, approvato con un decreto dell’allora Presidente della Provincia Edmondo Cirielli.

Questa sentenza – ha commentato Cornetta – ci dice che esiste ancora un Italia del diritto anche se i tempi della giustizia continuano ad essere troppo lunghi“.

Il Tar Lazio ha accolto le richieste degli avvocati dell’amministrazione comunale, Bruno De Maria e Raffaele Falce, e ha disposto l’annullamento di alcuni atti prodotti da diversi enti  tra il 2009 e il 2010.

– redazione – 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*