Interventi sanitari a favore delle persone autistiche attraverso un coordinamento delle politiche sanitarie e sociali, raccordandole con le politiche scolastiche e del lavoro. Sono gli obiettivi della proposta di legge a tutela delle persone affette da sindrome dello spettro autistico e disturbi pervasivi dello sviluppo che è stata approvata dalla seconda commissione consiliare permanente della Regione Basilicata.

L’iniziativa del consigliere Tommaso Coviello di Fratelli d’Italia ha previsto l’individuazione di un Centro di riferimento regionale per l’autismo con la funzione di coordinare, mettendoli in rete, tutti i servizi presenti in regione, prevedendo protocolli diagnostico-terapeutici cui la rete dei servizi deve uniformarsi.

Il Centro si occuperà di attività di formazione permanente da rivolgere a tutti gli operatori e della promozione di progetti di ricerca in materia.

Nel testo della proposta di legge è affidato alle ASL il compito di istituire, nell’ambito dei Dipartimenti per la salute mentale, servizi dedicati ai soggetti affetti da disturbi dello spettro autistico organizzati in équipe multidisciplinari distrettuali o interdistrettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.