Delicato intervento al “Ruggi”. Giovane donna partorisce e subito dopo le asportano un grosso fibroma





































Un nuovo miracolo è quello avvenuto presso l‘ospedale “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno dove una 34enne di Pagani ha dato alla luce un bimbo al termine di una gravidanza ad alto rischio complicata dalla presenza di un voluminoso fibroma con un diametro di oltre 10 centimetri che ostruiva il canale cervicale.

Per questo, l’espulsione del feto era impossibile.

L’intervento di taglio cesareo era programmato alla 38^ settimana ma nei giorni scorsi la 34enne è andata in travaglio.











La paziente è stata operata dal dottore Raffaele Petta con il dottore Giorgio Colarieti e l’ostetrica Carolina De Prisco.

Il bimbo, Luciano, è stato affidato alle cure del dottore Raffaele D’Ambrosio. Il peso alla nascita era di 2.400 chilogrammi, la lunghezza 46 centimetri e la circonferenza cranica di 33 centimetri.

Il mioma era situato in corrispondenza del taglio dell’utero e quindi è stato necessario contemporaneamente rimuoverlo.

L’intervento è stato molto complesso a causa del rischio di emorragie anche irrefrenabili che possono portare all’asportazione dell’utero.

L’èquipe del dottore Raffaele Petta è riuscita a preservare l’utero per future gravidanze.

– Claudia Monaco –



































Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*