Trasporto dei bus privati e turistici al collasso, il Governo intervenga". L'appello del deputato M5S Villani - Ondanews.it

“Con il Decreto Ristori bis in arrivo indennizzi per le imprese operanti nel settore del Wedding che sono rimaste gravemente penalizzate dalle ultime misure restrittive: riceveranno il 100% del fatturato perso a causa dell’emergenza da Covid-19”. Così la deputata Virginia Villani del Movimento 5 Stelle annuncia la buona notizia per la categoria Wedding.

“Consapevole delle evidenti difficoltà di questo settore, insieme ai colleghi di commissione, abbiamo sostenuto con determinazione la richiesta dei rappresentanti della categoria Wedding e sono lieta del risultato raggiunto, per cui ringrazio il Governo. Ancora una volta, il nostro Esecutivo ha dimostrato sensibilità e concretezza nel sostegno alle imprese italiane, specie a quelle più gravemente danneggiate dall’emergenza sanitaria – spiega la Villani – Il settore, che produce ben 36 miliardi di euro di fatturato ed impegna oltre 500mila lavoratori, solo nel 2019 ha visto celebrare oltre 220mila matrimoni”.

“Adesso è in ginocchio a causa dell’impossibilità di poter celebrare festeggiamenti relativi alle cerimonie religiose e civili – continua – Nel 2020, la perdita è superiore all’80% del fatturato con un danno di oltre 25 miliardi di euro in Italia. Questo settore ha, nella Regione Campania, la leadership produttiva del comparto. Il fatturato dei soli matrimoni si attesta a 2,7 miliardi annui, senza considerare le altre cerimonie celebrative (comunioni, cresime, battesimi). Le necessarie restrizioni per l’emergenza Covid-19 nel territorio campano impediscono lo svolgimento dell’attività lavorativa ad oltre 80mila operatori. Finalmente a queste persone sarà garantito il giusto indennizzo, siamo consapevoli che non è tantissimo ma è un piccolo aiuto per i tantissimi operatori che hanno sollecitato il nostro intervento”.

Nell’ambito del Decreto Ristori bis arriveranno fondi per tutti gli attori del comparto compresi fotografi, venditori di oggettistica, di bomboniere, regali e confetti, nonché gli intermediari del commercio dei medesimi quali agenti, rappresentanti e procacciatori. Una boccata d’ossigeno per affrontare uniti la seconda ondata di questa terribile pandemia.

– Claudia Monaco –

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*