Attività commerciali e cittadini diffidano il Comune per i presunti danni legati alla chiusura del traffico veicolare.

È quanto accade a Sant’Arsenio dove è partita una diffida nei confronti dell’Ente comunale per la prolungata chiusura di Via Domenico Mele. I cittadini sono rappresentati dall’avvocato Enrico D’Amato.

I lavori che interessano la ricostruzione di parte dell’edificio ospitante la Scuola Media iniziati da oltre un anno e mezzo – si legge nel documento sono ormai fermi da oltre tre mesi e la strada rimane comunque interdetta alla circolazione. Come questa amministrazione ben conosce, infatti, la chiusura di Via Domenico Mele impedisce il flusso delle autovetture dall’interno del paese verso la strada principale obbligando gli automobilisti ad un lungo giro per pater uscire”.

“Questa situazione comporta per le attività commerciali – continua – una notevole diminuzione delle entrate in quanto i clienti non possono accedervi agevolmente e problematiche di traffico per i residenti non solo di Via Domenico Mele ma anche di tutta la zona alta del paese. Infatti per arrivare in Piazza Domenico Pica sono costretti a percorrere sino alla fine Via Roma da un lato e via Unità d’Italia dall’altro”.

“I cittadini sono consapevoli della necessità di interventi di edilizia pubblica – sottolinea l’avvocato D’Amato – ma non possono pagare il prezzo dei ritardi burocratici nell’esecuzione dei lavori. In ultimo, si ricorda che tale strada e già stata oggetto di lavori pubblici negli anni 2015 e 2016 che hanno portato anche in quel caso notevoli disagi”.

L’obiettivo è quindi che l’Ente “possa intraprendere qualsiasi iniziativa al fine di risolvere l’incresciosa situazione e ripristinare il traffico veicolare su via Domenico Mele”.

Non è esclusa, inoltre, una possibile azione per il risarcimento del danni subiti a causa della chiusura della strada.

– Claudia Monaco –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*