Per sostenere i maestri di sci di tutte le discipline e le scuole di sci operanti nella regione Basilicata, in ragione delle difficoltà economiche derivate dalla situazione causata dall’emergenza sanitaria da Covid, la Giunta regionale su proposta dell’assessore alle Attività Produttive Francesco Cupparo ha approvato un Avviso Pubblico.

La dotazione finanziaria complessiva destinata ammonta a circa 108mila euro quali risorse trasferite dallo Stato alla Regione Basilicata. I soggetti beneficiari sono i maestri di sci di tutte le discipline regolarmente iscritti al Collegio regionale della Regione Basilicata alla data del 14 febbraio 2021. Le eventuali economie derivanti da soggetti potenziali beneficiari che potrebbero non fare domanda di erogazione di ristoro saranno ridistribuite tra coloro che effettivamente faranno domanda di partecipazione alle agevolazioni. Nel caso di insufficienza delle risorse finanziarie disponibili rispetto alle richieste ammesse da parte dei soggetti beneficiari si procederà alla ripartizione delle stesse tra i beneficiari in misura proporzionale al contributo spettante.

“Il settore degli sport di montagna – sottolinea l’assessore Francesco Cupparo – è stato uno dei settori più colpiti dalla grave crisi economica derivante dall’emergenza sanitaria legata alla diffusione del virus che ha di fatto vanificato, nella stagione sciistica 2020-2021 con la chiusura al pubblico dei comprensori sciistici, il regolare svolgimento della stagione invernale e, conseguentemente, ha bloccato la possibilità di lavoro per i maestri e le scuole di sci e creando danni economici significativi per migliaia di famiglie ed imprese. La misura approvata e concordata in incontri con i maestri di sci si aggiunge a quella per circa 2,7 milioni di euro attribuite alla Regione Basilicata quali misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici dei comuni compresi nei comprensori sciistici”.

“Con gli aiuti nazionali puntiamo alla ripresa, sperando con la neve nella nuova stagione sciistica e quindi a venire incontro alle esigenze dei nostri comuni montani che rientrano nei comprensori sciistici. Gli itinerari della neve – aggiunge Cupparo – hanno da sempre rappresentato una risorsa importante per il turismo interno che intendiamo valorizzare”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano