Ritorno a casa per il Comandante del COA (Centro Operativo Autostradale) di Sala Consilina, Biagio Ferrara, dopo la missione tra i terremotati di Amatrice dove, per tre settimane, ha coordinato tutte le operazioni  di Polizia stradale in seno al settore viabilità e accessibilità della DICOMAC (Direzione Comando e Controllo), organismo nazionale di vertice  della Protezione Civile che viene istituito in ogni situazione di crisi.

Il commissario capo della Polizia di Stato, da due anni Dirigente del COA di Sala Consilina, per circa venti giorni ha partecipato a tutte le operazioni di soccorso delle popolazioni, a stretto contatto con il Dirigente Superiore del Compartimento di Polizia Stradale per la Campania ed il Molise, dottor Giuseppe Salomone.

Nel corso della sua gestione, grazie alla DICOMAC, tra le tante strategie messe in campo, ha curato le operazioni necessarie al ripristino di importanti uffici di pubblica necessità come, ad esempio, i moduli abitativi ad uso ufficio fatti avere agli uomini della Polizia Stradale di Amatrice in meno di 48 ore, il cui Distaccamento è stato gravemente danneggiato e che, comunque, appena dopo il terremoto, sono stati i primi a soccorrere e a mettere in salvo quanti si trovavano in pericolo e in bisogno d’aiuto nei minuti immediatamente dopo il disastro.

Notevole è stato anche l’impegno quotidiano del dottor Ferrara per il coordinamento delle operazioni di assistenza e supporto fornito dalla Polizia Stradale ai Vigili del Fuoco per il conforto e l’accompagnamento di tutte quelle persone che, sin dopo il sisma, hanno visto andare in frantumi le proprie case nella speranza di recuperare i loro beni.

Il Iavoro senza sosta del dottor Ferrara, dopo un continuo ed incessante impegno, è terminato ieri, allorquando l’emergenza nelle zone del sisma è iniziata a ridimensionarsi, per far rientro nella sua sede di servizio alla direzione del Centro Operativo Autostradale della Polizia Stradale di Sala Consilina che controlla I’ A/3 Salerno — Reggio Calabria, nel tratto tra Fisciano e Mormanno.

– redazione – 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.