Ogni sera, il programma “Avanti un altro!”, condotto da Paolo Bonolis, entra nelle case di milioni di italiani, riscuotendo un grandissimo successo. E’ molto apprezzato il rapporto del presentatore con i concorrenti, ai quali non risparmia battute e frecciatine e che vengono trasportati nel “Mini Mondo” di personaggi come la Bonas, il fato benevolo, lo iettatore, l’alieno.

A contribuire al successo del programma c’è anche un ventottenne di Padula, il make up artist Valerio La Peruta. Il giovane, dopo aver frequentato un’accademia a Roma ed essersi perfezionato con i migliori maestri, è entrato nello staff del programma sin dalla prima edizione, occupandosi della preparazione e del trucco di tutti i partecipanti.

Tanti sono i commenti positivi di chi conosce Valerio dietro le quinte, apprezzandone le doti umane e professionali. “E’ una grande soddisfazione per me poter lavorare in un programma così importante all’inizio della mia carriera” – spiega il giovane make up artist – “Mi trovo benissimo, siamo una bella squadra, molto affiatata, siamo diventati tutti amici“. “L’ambiente, anche dietro le quinte, è allegro e divertente così come lo vedono i telespettatori” – continua Valerio – “Ci divertiamo tantissimo anche noi con le gag di Paolo Bonolis”.

La storia di Valerio è una delle storie positive del Vallo di Diano, la storia di un giovane che, con sacrificio ed impegno, è riuscito a portare un pezzo del nostro territorio nell’ambito di un programma che, in questo periodo, è tra i più visti in Italia. L’entusiasmo, la competenza e le ottime capacità di Valerio rivelano che nei sogni bisogna credere fino in fondo, perchè tutti i  traguardi, anche quelli che sembrano più lontani, con lo studio e la passione, si possono raggiungere.

– Filomena Chiappardo –


 

Un commento

  1. Mario Senatore says:

    Però, dalla foto, non mi pare che sia tutto cioccolato quello che si vuole far passare per tale… ma forse sbaglio io.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*