Uno straordinario viaggio per raggiungere la vetta del Kilimangiaro ha avuto come protagonista Alessandro Pironti, un 42enne di Marina di Camerota che lo scorso primo febbraio ha raggiunto la vetta del monte più alto dell’Africa.

Il Kilimangiaro, infatti, situato nella Tanzania nord-orientale, con i sui 5.895 metri di altezza dal livello del mare è una delle montagne più alte al mondo.

Per arrivare in cima Alessandro, in compagnia di altri 9 scalatori, guide e portatori, ha impiegato 5 giorni durante i quali ha sempre dormito in tenda nei diversi campi incontrati lungo il tragitto.

Partito il 28 gennaio dalla porta Machame, ai piedi della montagna, Alessandro insieme ai suoi compagni ha attraversato la foresta ed il deserto per poi arrivare sulla vetta del Kilimangiaro che è perennemente ghiacciata.

Sono stati diversi dunque i cambiamenti climatici che l’intero gruppo ha dovuto affrontare, dai 30 gradi ai meno 10 gradi in prossimità della cima. Per nutrirsi Alessandro ha mangiato zuppe, frutta cruda e wurstel, mentre per bere raccoglieva l’acqua dalle fonti che sterilizzava e poi utilizzava.

 “È stata un’esperienza straordinaria – ha dichiarato Alessandro – Sono stato il primo del gruppo ad arrivare in cima alle 10:50 del primo febbraio. L’ultimo tratto, percorso l’ultimo giorno, è stato particolarmente difficile a causa della pioggia, poi trasformata in neve, che abbiamo incontrato. Sinceramente l’ultima notte ho avuto paura di non poter raggiungere la meta. Invece ce l’ho fatta. Quando sono arrivato in cima ho pensato che tutti i miei sforzi erano stati ripagati dallo straordinario panorama che potevo ammirare”.

– Maria Emilia Cobucci –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*