La Procura di Salerno ha chiesto di condannare il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ed altre 6 persone nel processo d’Appello per la realizzazione del Crescent, complesso architettonico in prossimità della zona del lungomare salernitano progettato nel 2007 su richiesta dell’allora sindaco De Luca, fin dall’inizio al centro di intricate vicende giudiziarie dapprima sotto il profilo ambientale e amministrativo e successivamente anche sotto quello penale.

Il procuratore aggiunto Rocco Alfano e il sostituto procuratore Guglielmo Valenti oggi hanno formulato le loro richieste chiedendo di condannare ad un anno e 6 mesi il Presidente della Regione.

Contestualmente la pubblica accusa ha richiesto di sequestrare l’area su cui è stato realizzato il Crescent, progettato da Ricardo Bofill, e una condanna di un anno e 2 mesi per Lorenzo Criscuolo, Matteo Basile, Annamaria Affanni, Giovanni Villani, mentre per Eugenio Rainone e Rocco Chechile la richiesta è di un anno e 4 mesi.

Nella prossima udienza discuteranno gli avvocati delle parti civili Italia Nostra e No Crescent.

In primo grado il procedimento si era chiuso le assoluzioni per tutti gli imputati. 

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*