Palomonte diventa Zona Rossa dopo l’ordinanza firmata oggi dal sindaco Casciano a causa dell’elevato numero di contagi da Covid-19. Attualmente ci sono infatti 58 positivi.

Dalle ore 18 di oggi fino al 30 aprile è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dal territorio comunale nonché all’interno dello stesso, salvo che per motivate e comprovate esigenze lavorative o di necessità, ovvero esigenze di frequentazione in presenza per studenti frequentanti istituti posti in comuni non interessati da situazioni di limitazione dell’attività scolastica o di mobilità, situazioni di necessità, accudimento di figli minori, servizio di baby sitter, disabili, familiari anziani ovvero per motivi di salute.

Sospese le attività dei servizi educativi dell’infanzia e le attività scolastiche e didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, fermo restando la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali. Sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e altri locali o spazi anche all’aperto, mentre restano consentite in presenza, in luoghi adeguati e con il rigoroso rispetto delle misure di prevenzione, le attività promosse da associazioni culturali, musicali e servizi per l’infanzia. E’ consentito lo svolgimento individuale di attività motoria all’aperto ed in prossimità della propria abitazione, rispettando obbligatoriamente la distanza di almeno un metro da ogni altra persona e indossando dispositivi di protezione individuale, fermo restando il divieto di assembramento. Consentita anche l’attività di coltivazione di orti e terreni di proprietà con obbligo di osservare le misure sanitarie vigenti (divieto di assembramento).

Sono sospese le attività di palestre, fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza per le attività riabilitative o terapeutiche e per gli allenamenti degli atleti, professionisti e non professionisti, che devono partecipare a competizioni ed eventi con provvedimenti del CONI o del CIP. Allo stesso modo, sono sospese l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere presso centri e circoli sportivi pubblici e privati, sia all’aperto che al chiuso.

E’ consentito, in prossimità della propria abitazione, l’accesso dei minori, anche assieme ai familiari o ad altre persone abitualmente conviventi o deputate alla loro cura, ad aree gioco all’interno di parchi, ville e giardini pubblici, per svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto. Sono sospesi i mercati settimanali, restano aperte le attività commerciali ma sono chiusi barbieri, parrucchieri e centri estetici.

Ristoranti chiusi al pubblico, ma resta la possibilità di asporto fino alle 22 e di consegna a domicilio senza limiti di orario; i bar e le attività similari, alle quali è consentito solo l’asporto, chiudono alle 18.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*