In una fase caratterizzata da un livello importante di vaccinazione è ragionevole che nei cambi di colore e nelle conseguenti misure di contenimento pesi di più il tasso di ospedalizzazione rispetto agli altri indicatori“. Lo ha dichiarato il Ministro della Salute, Roberto Speranza.

Infatti, a causa dell’aumento dei contagi da Covid-19 dovuti anche alla diffusione della variante Delta alcune regioni, tra cui la Campania, rischiano il passaggio nella Zona Gialla. A scongiurare questa situazione sarà proprio un nuovo cambio di rotta sulla valutazione dei parametri, dato che nei cambi di colore e nelle conseguenti misure di contenimento peserà di più il tasso di ospedalizzazione rispetto agli altri indicatori che finora erano tenuti maggiormente in conto. La prossima settimana sarà decisiva per il nuovo “decreto Emergenza” il quale verterà anche sull’utilizzo del Green Pass.

Sono state proprio le Regioni a chiedere al Governo di togliere l’incidenza dei positivi dai parametri che muovono zone e colorazioni, “perché il rischio è di decidere delle chiusure per gente positiva a casa, quando il sistema sanitario è pienamente efficiente“. Il calcolo dell’incidenza dei positivi ogni 100mila abitanti, il cosiddetto Rt sintomi, probabilmente resterà tra i parametri, ma perderà la sua discrezionalità nel caso in cui l’occupazione di posti letto in Terapia Intensiva e nei reparti ordinari non superi le percentuali di rischio del 30 e 40%.

Nella giornata di ieri lo stesso Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha affermato in diretta Fb:Mi auguro che non ci siano nuove zone gialle, che si ragioni sulla quantità di ricoveri e non sui numeri del contagio”. Attualmente, nonostante il numero di positivi in crescita rispetto alle scorse settimane, non vi è in Campania una ricaduta in termini di occupazione delle Terapie Intensive e dei ricoveri ordinari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*