In seguito all’ordinanza emessa oggi dal Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, giungono chiarimenti rivolti soprattutto agli operatori del settore Wedding.

L’ordinanza stabilisce che lo svolgimento di feste e ricevimenti è consentito nel limite massimo di 20 partecipanti. La disposizione si applica anche a matrimoni svolti in locali pubblici o aperti al pubblico e in luoghi privati.

Con esclusivo riferimento alle feste e ricevimenti già organizzati ed in programma fino al 4 ottobre, fermo restando l’obbligo di osservanza delle misure precauzionali, il limite numerico di 20 non opera se l’evento si svolge in forma statica, con soli posti a sedere preassegnati, con esclusione di buffet. La composizione dei singoli tavoli dovrà prevedere la partecipazione di soli congiunti.

Il limite numerico di 20 partecipanti previsto dall’ordinanza non si applica alle celebrazioni religiose, per le quali sono dettate apposite disposizioni per lo svolgimento in sicurezza nel Protocollo allegato al DPCM 7 agosto.

Il limite massimo è riferito allo svolgimento di singole feste o ricevimenti e non costituisce limitazione ai coperti degli esercizi di ristorazione destinati all’utenza ordinaria, che non presenta rischi di assembramenti e di multipla e prolungata interazione personale tipica degli eventi con partecipazione di invitati.

Lo svolgimento di congressi, tipicamente in forma statica, non rientra nelle previsioni di sospensione citati dall’ordinanza.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

29/9/2020 – Covid in Campania. Restrizioni fino al 7 ottobre: solo 20 partecipanti ai ricevimenti e limitazioni alla movida

Un commento

  1. Enrico Romano says:

    Mi sembra un ottima ordinanza e questo e’ dovuto a quei cittadini irresponsabili ,che se ne sono fregati delle cautele che ogni cittadino doveva rispettare emanate dal Presidente De Luca .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*