I reparti degli ospedali della Campania dovranno essere riconvertiti affinché possano ospitare pazienti Covid.

Si tratta di quei reparti per i quali, lo scorso 18 ottobre, la Regione Campania ha disposto la temporanea interruzione dei ricoveri ordinari, a fronte dell’aumento esponenziale dei casi di Coronavirus sul territorio regionale.

In una nota diramata dall’Unità di Crisi regionale e diretta ai dirigenti sanitari degli ospedali, infatti, si  dispone l‘immediata riconversione di tutti i reparti per i quali, in via temporanea, si è provveduto alla sospensione delle attività di ricovero ospedaliero in elezione (quali ad esempio Reumatologia, Geriatria, Dermatologia, Discipline chirurgiche in elezione);

E stato chiesto, inoltre, di  avviare i processi organizzativi per dedicare ulteriori interi presidi ospedalieri ai pazienti Covid-19 e di comunicare quotidianamente l’elenco delle Unità Operative riconvertite con indicazione del numero e tipologia dei posti letto e numero e profilo del personale dedicato.

La riconversione di quei reparti degli ospedali campani è dovuta alla necessità di reperire posti letto.

“In questo ultimo periodo si osserva un rapido incremento dei casi di infezione da Covid-19 – si spiega nella nota – e un repentino peggioramento della pandemia, compatibile con uno scenario di tipo III, così come definito dal Ministero della Salute e dall’Iss (Istituto superiore di sanità), con progressione maggiore in alcune regioni, tra cui la Campania”.

– Claudia Monaco –

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*