“Il laboratorio di microbiologia dell’Azienda ospedaliera ‘San Carlo’ di Potenza ha partecipato al controllo di qualità esterno promosso dall’Istituto Superiore di Sanità per il sequenziamento Sars-CoV2 ottenendo il massimo punteggio di 45 su 45″.

Lo ha annunciato il direttore dell’azienda, Giuseppe Spera, sottolineando “l’importanza di un simile riconoscimento a sostegno e gratificazione di quanto si è fatto nel periodo della emergenza sanitaria e quanto nel Laboratorio così come negli altri reparti ospedalieri  si stia ancora facendo per studiare, monitorare e arginare la malattia pandemica”.

La prova organizzata dall’Iss ha coinvolto quarantaquattro laboratori individuati dall’Istituto su tutto il territorio italiano per valutare gli standard qualitativi dei dati di sequenziamento e i relativi tempi di esecuzione con l’obiettivo di promuovere il miglioramento nell’esecuzione delle prove e garantire la comparabilità dei risultati di sequenziamento ottenuti. La prova è consistita nella estrazione dell’RNA e la conseguente analisi di quattro campioni di RNA di Sars-CoV2 inviati dall’Iss ai laboratori, in ghiaccio secco, tra il 6 e il 13 luglio.

Il tempo massimo di risposta dei laboratori è stato di quindici giorni. Congratulazioni anche dal Presidente della Regione, Vito Bardi: “Il risultato ottenuto dal Laboratorio di Potenza che, insieme a soli altri sette laboratori ha ottenuto il massimo del punteggio, è ulteriore motivo di orgoglio per tutti i lucani. Dobbiamo investire in personale, lo stiamo facendo con i concorsi unici regionali e strutture, per recuperare il gap accumulato nei decenni scorsi e anche rilanciare le attività ospedaliere sotto il segno dell’innovazione e della qualità. Una necessità quanto mai prioritaria dato che la pandemia ha rallentato l’erogazione di tante prestazioni”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.