Ancora una volta l’ex ospedale di Sant’Arsenio al centro di una richiesta per far fronte all’emergenza sanitaria causata dal contagio da Covid-19. Questa volta è il dottore Pietro Greco, ex Responsabile dell’Unità Operativa Complessa di Neurologia al “Luigi Curto” di Polla e per anni attivo con il suo reparto proprio nella struttura sanitaria santarsenese, a rivolgersi alle Istituzioni.

Utilizziamo in tempi brevissimi la struttura ospedaliera di Sant’Arsenio per creare un centro resort per pazienti Covid-19 asintomatici che non possono stare in quarantena presso il proprio domicilio, per guariti, per paucisintomatici – dichiara Greco -. Ciò in base all’allerta espressa dall’Unità di Crisi della Regione per reperire strutture da utilizzare all’uopo“.

L’appello del noto neurologo valdianese è rivolto al Presidente della Regione Vincenzo De Luca, ai neo eletti consiglieri regionali Tommaso Pellegrino e Corrado Matera, al sindaco di Sant’Arsenio Donato Pica e a tutti gli amministratori del Vallo di Diano.










Ricordiamo che, all’inizio della pandemia, anche Tommaso Pellegrino aveva fatto leva più volte sulla necessità di rendere l’ex ospedale di Sant’Arsenio una struttura adibita ai soli ricoveri di pazienti Covid, per far sì in questo modo che il “Curto” di Polla restasse a disposizione per la cura delle restanti patologie.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*