Non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire, noi andiamo avanti per la nostra strada”. Così oggi il Commissario per l’emergenza Covid, il Generale Francesco Paolo Figliuolo, è intervenuto in collegamento a Potenza per la manifestazione organizzata in occasione della Giornata mondiale dell’Infanzia e degli Adolescenti. Al centro del suo intervento anche coloro i quali sono contrari a vaccinarsi contro il Sars-COV-2.

Fortunatamente in Italia l’87% delle persone ha fatto almeno una dose, questi sono i fatti – ha spiegato Figliuolo -. Noi salutiamo anche quelli che non riescono purtroppo a capire l’importanza della scienza, spero che piano piano si possano convincere. Chi è artefice del suo male ne paga le conseguenze“.

Davanti all’Istituto scolastico potentino che ha ospitato il convegno un sit-in del segretario dei Radicali in Basilicata, Maurizio Bolognetti, in sciopero della fame per protestare contro le “svolte autoritarie in materia di politiche sanitarie” e contro “una scienza che si fa dogma e scienza di regime“, denunciando così “l’attentato contro i diritti politici del cittadino“.

Ricordo che nell’800 – ha affermato il Generale Figliuolo davanti alla platea lucana – quando c’era il vaiolo, a un certo punto arrivò il vaccino che debellò questa terribile malattia. Ricordo inoltre che da bambino in ogni famiglia o quasi c’era purtroppo una persona con la poliomielite e i vaccini l’hanno sconfitta“.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano