Il Presidente De Luca dopo aver gestito in maniera impeccabile la prima fase dell’emergenza Covid-19, diventando un modello da seguire sia a livello nazionale che internazionale, si è superato nella fase 2 approvando prima un Piano Socio-Economico straordinario con uno stanziamento di 908 milioni euro (siamo primi in Italia- fonte Il Sole 24 Ore) e poi bruciando tutte le tappe nella elargizione delle provvidenze previste per le diverse categorie di beneficiari colpiti dalla pandemia“. Così i consiglieri del Gruppo PD Eboli, Pasquale Infante e Francesco Rizzo.

Con il suo corposo e articolato Piano – spiegano – arriva prima di Conte dando sostegno a settori e comparti in crisi e a molte categorie sociali più deboli per le quali non sono previsti aiuti statali. Sono infatti già state istruite e proseguono i pagamenti dei bonus anti-crisi in Campania, ad oggi sono già stati disposti pagamenti del bonus di 2.000 euro per 33.641 microimprese, proseguono i pagamenti del bonus di 1.000 euro per 5.808 professionisti e lavoratori autonomi titolari di partita Iva, la prossima settimana verrà finalmente sottoscritta la convenzione con l’Inps, a seguito della quale sarà possibile erogare le risorse messe a disposizione dalla Regione Campania per concedere il bonus a favore dei circa 250.000 titolari di assegni e pensioni sociali e di pensioni ordinarie di vecchiaia integrate al minimo“.

Proseguono inoltre i bandi in corso relativi al sostegno al fitto delle abitazioni principali per situazioni di emergenza socio-economica, i contributi sull’affitto per gli affittuari del patrimonio privato, interventi a favore delle famiglie con figli al di sotto di 15 anni e per l’erogazione del sostegno straordinario a favore degli studenti universitari. Saranno erogati a breve i bonus a favore di persone con disabilità anche non gravi e proseguono gli interventi socio-assistenziali di competenza degli Ambiti territoriali con le risorse messe a disposizione dalla Regione. Sono ormai prossimi alla pubblicazione gli avvisi relativi al sostegno alle aziende agricole, alle aziende della pesca e acquacoltura, alla filiera florovivaistica e alla filiera bufalina.

Queste agevolazioni concesse si aggiungono a quelle previste dal Governo e invitiamo tutte le categorie di beneficiari ad attivarsi e presentare rapidamente le istanze per riceverli – spiegano i consiglieri PD – . Siamo sulla strada giusta ma su questo percorso dobbiamo continuare perché i danni economici derivanti dalla crisi sono elevatissimi e riguardano tutte le categorie sociali ed economiche, dalle imprese ai lavoratori di tutti i settori dal turismo, all’agricoltura, dall’artigianato, al commercio, dai servizi, al modo del lavoro autonomo e delle professioni. Questa emergenza sanitaria, ora diventata anche economica e sociale, si può superare solo attingendo a tutte le risorse disponibili nazionali, regionali e soprattutto comunitarie in modo da immettere da subito liquidità nel sistema, sbloccare la realizzazione delle opere pubbliche, finanziare i progetti di investimento presentati dalle imprese agricole e agroindustriali del PSR (ricorrendo a tutti gli strumenti finanziari quali il trascinamento, finanziamenti BEI, recupero di fondi non impegnati), completare presto le procedure di decretazione delle istanze presentate per il settore artigianato e commercio (su cui abbiamo anche promosso un incontro divulgativo in data 28/01/2020 in Comune), favorire la concessione di finanziamenti con garanzia statale alle imprese in crisi e garantire sostegno al reddito ai lavoratori dipendenti e autonomi“.

– Chiara Di Miele –

Un commento

  1. Vincenzo says:

    La tratta degli schiavi fa bene e fa arricchire. Vergogna. Vergogna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*