Preoccupato per l’aumento dei casi Covid-19 nel territorio comunale, il primo cittadino di Pollica, Stefano Pisani, ha firmato un’ordinanza sindacale che prevede ulteriori misure di contenimento da rispettare.

Attualmente le persone risultate positive al Coronavirus sono in totale 8 – spiega – e grazie al contact tracing abbiamo potuto porre in quarantena i relativi contatti. È fondamentale arginare con immediatezza la possibile evoluzione del contagio”.

Stop quindi agli spostamenti, anche all’interno del proprio comune, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute o per usufruire dei servizi non sospesi. Sono chiusi i mercati, ad eccezione della vendita dei generi alimentari. Chiusi bar e ristoranti, ai quali è consentito solo l’asporto fino alle ore 22.00 e la consegna a domicilio senza limiti di orari.

Viene disposta la didattica a distanza, al 100%, per tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale. Sono consentite l’attività motoria in prossimità della propria abitazione e le attività sportive all’aperto e in forma individuale.

Nessuna leggerezza nel sospendere la didattica in presenza, ogni volta presto sempre la massima attenzione proprio alle scuole – sottolinea Pisani -, ma difronte ad elementi concreti di potenziale rischio, come la positività di un’accompagnatrice addetta al trasporto scolastico, per i cittadini più piccoli di Pollica non c’è alcuna considerazione da fare, ma solo agire”.

Le misure previste dall’ordinanza rimangono valide fino al 22 febbraio prossimo.

– Paola Federico –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*