Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha firmato una nuova ordinanza che dispone ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica in materia di trasporto pubblico, collegamenti con le isole del Golfo, ingressi e rientri da fuori regione.

Fino al 15 giugno è disposta una nuova programmazione dei servizi di trasporto pubblico locale. Per i servizi di TPL di linea terrestri (su ferro e su gomma) e per i servizi TPL non di linea è confermata la riattivazione nella misura del 100% dei servizi programmati in ordinario, privilegiando le fasce orarie e le tratte di maggiore affluenza. Per i servizi di TPL marittimo, al fine di garantire la continuità territoriale con le isole del Golfo, è disposta l’attivazione dei servizi programmati in ordinario nella misura del 100%, fermo restante un costante monitoraggio in raccordo con gli Enti locali interessati. Le aziende di trasporto, i dipendenti e gli utenti devono osservare le misure precauzionali, compreso l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.

I soggetti provenienti dalle altre regioni d’Italia o dall’estero che faranno ingresso nel territorio regionale fino al 15 giugno, in caso di comparsa di sintomi, devono avvertire immediatamente il Dipartimento di prevenzione della ASL territorialmente competente e il proprio medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta. Tutti i viaggiatori in arrivo alle stazioni ferroviarie di Napoli, Napoli- Afragola, Salerno, Benevento, Caserta, Aversa, Battipaglia, Capaccio-Paestum, Agropoli, Vallo della Lucania, Sapri con treni che effettuano collegamenti interregionali, o all’aeroporto, devono sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea e, in caso di temperatura pari o superiore a 37,5° C, a test rapido ed eventuale tampone.

Le persone dirette verso le isole di Capri, Ischia e Procida devono osservare le seguenti disposizioni: se in arrivo da altre regioni italiane e dall’estero, nei casi consentiti, è fatto obbligo ai viaggiatori che usufruiscono di servizi di linea di imbarcarsi unicamente con traghetti di linea e dalle sole stazioni di Napoli Porto di Massa e Pozzuoli, è obbligatoria la prenotazione online almeno 24 ore prima della partenza, presentarsi all’imbarco almeno un’ora prima della partenza per consentire i controlli, sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea e, se superiore a 37,5° C, al test rapido, è vietato l’imbarco per i viaggiatori che presentano una temperatura corporea superiore a 37,5° C e vige il divieto temporaneo di imbarco per i viaggiatori che risultano positivi al test rapido, con
disposizione della sorveglianza fiduciaria, in attesa dell’esito del tampone molecolare nasofaringeo. Per gli spostamenti infraregionali verso le isole i viaggiatori devono imbarcarsi unicamente con traghetti e aliscafi di linea dalle stazioni di Napoli Porto di Massa, Napoli Beverello, Pozzuoli, Castellamare di Stabia e Sorrento, devono presentarsi all’imbarco almeno un’ora prima della partenza, per consentire i controlli, sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea e, in caso di temperatura superiore a 37,5° C, a test rapido, non possono imbarcarsi i viaggiatori che presentano una temperatura corporea superiore a 37,5° C e vige il divieto temporaneo di imbarco per i viaggiatori che risultano positivi al test rapido, con disposizione della sorveglianza fiduciaria, in attesa dell’esito del tampone molecolare nasofaringeo.

E’ dato mandato alle ASL competenti per territorio di assicurare, in stretto raccordo con l’Unità di Crisi regionale, ogni utile coordinamento con le strutture ricettive eventualmente interessate per la gestione di eventuali casi sospetti e dei relativi contatti stretti, nonché per la presa in carico di eventuali casi positivi tra soggetti non aventi residenza o domicilio sul territorio regionale, raccomandando di sottoporre a tampone anche i contatti stretti.

– Chiara Di Miele –

3 Commenti

  1. De Luca sta operando in maniera egregia!
    Chi critica non ha ben capito la gravità della situazione e non ricorda, con rispetto, le vittime dell’epidemia.
    Nonostante ci siano già delle ordinanze, il governatore fa bene a sottolineare, ulteriormente, la necessità di osservare determinate regole.

  2. Rocco Panetta says:

    L’ennesima Ordinanza spot che NON serve se non a fare pubblicità. Infatti esiste l’ Ordinanza del Ministro dei Trasporti che OBBLIGA il rilevamento della temperatura corporea IN PARTENZA dalle stazioni con treni ad Alta Velocità ed Intercity: https://www.certifico.com/sicurezza-lavoro/357-news-sicurezza/10904-decreto-mit-n-226-del-02-giugno-2020. NON ha alcun senso rilevare la temperatura corporea ai viaggiatori in ARRIVO di treni INTEREGIONALI provenienti da: Calabria, Basilicata, Puglia, Molise, Lazio perché sono Regioni con il MEDESIMO rischio da Covid 19 della Regione Campania.

  3. Gaetano Bresci says:

    Hai finito despota…Ora vai a continuare a fare il massone clientilista a Santa Lucia!

Rispondi a Gaetano Bresci Cancel

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.