Con l’ordinanza numero 27 il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, conferma le precedenti ordinanze e adotta nuove misure in materia di contenimento del contagio da Covid-19.

I report dell’Unità di Crisi attestano la persistenza della fase acuta dell’epidemia nel territorio regionale e il trend in atto impone di confermare le misure regionali vigenti, aggiuntive rispetto a quelle statali, volte ad evitare il più possibile episodi ed occasioni di contagio.

Per questo motivo l’ordinanza fino al 13 aprile conferma le misure di contenimento e prevenzione già disposte con le precedenti ordinanze regionali in materia di “Zone Rosse”, di attività sanitarie, socio-sanitarie e riabilitazione, di lavoro a distanza ed edilizia su committenza privata e pubblica, di noleggio auto con e senza conducente, di limitazioni agli spostamenti, di trasporto pubblico locale, di ristorazione, commercio al dettaglio, fiere e mercati al dettaglio.

L’ordinanza odierna fa raccomandazione alle Diocesi della regione di assicurare la sospensione di qualsiasi forma di riunione, manifestazione, iniziativa, evento e cerimonia di carattere religioso in luoghi pubblici e privati aperti al pubblico, al fine di evitare i rischi di contagio derivanti dal contatto, diretto o indiretto, tra le persone.

E’ affidato ai Comuni il compito di assicurare il controllo sulle strade e sulle piazze ospitanti tradizionalmente processioni, manifestazioni ed eventi di carattere religioso, anche legati alla settimana Santa, al fine dello scrupoloso rispetto delle vigenti misure di contenimento e prevenzione del contagio.

Il Governatore ha adottato questo ulteriore atto anche in considerazione “delle segnalazioni concernenti l’organizzazione e la programmazione da parte di Diocesi campane di attività ed iniziative religiose, in ragione dell’approssimarsi della Santa Pasqua, che per le modalità di svolgimento comportano il grave e concreto rischio di ulteriore diffusione del contagio fra la popolazione campana“.

– Chiara Di Miele –

Un commento

  1. MARIO SENATORE says:

    Mi sembra un provvedimento corretto e rispettoso delle norme approvate ed emanate. La durezza della decisione si rende necessaria ed è la sola che – allo stato – costituisce valida difesa dall’aggressione del coronavirus. Si dice che “il medico pietoso faccia il malato canceroso” per cui bene fa il Governatore ad adottare misure drastiche e decise, senza sfilacciamenti, per il bene di tutti e di ciascuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*