Undici casi di Coronavirus sono stati registrati all’interno della struttura Sprar di Pontecagnano Faiano.

A darne notizia è il sindaco Giuseppe Lanzara che con un’ordinanza ha disposto l’isolamento del centro Sprar con divieto di entrata e di uscita. All’interno del centro per richiedenti asilo e rifugiati sono accolte 40 persone. Gli altri ospiti sono stati tutti sottoposti a tampone, così come gli operatori e il personale, risultando tutti negativi.

“Ringrazio i coordinatori della struttura di accoglienza – spiega Lanzara – perché, grazie alla loro collaborazione, abbiamo provveduto rapidamente all’immediato isolamento dei positivi. Gli stessi non presentano sintomi particolari e le loro condizioni non destano preoccupazione. Attraverso il lavoro sinergico con il Centro operativo comunale e l’Asl abbiamo effettuato con urgenza e in tempi brevissimi una mappatura chiara, tale da consentirci di mettere in campo tutte le misure utili ad arginare il pericolo contagio”.

Il sindaco di Pontecagnano ha aggiunto di aver “chiesto immediatamente al Prefetto assistenza e presidio, attraverso le Forze dell’Ordine, per garantire il rispetto della quarantena obbligatoria”.

– Claudia Monaco –

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*