Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha disposto l’ordinanza numero 28 che contiene ulteriori misure di contenimento del contagio da Covid-19.

Su tutto il territorio regionale con decorrenza immediata e fino all’1 gennaio è fatto divieto di svolgimento di feste ed eventi consimili in sale da ballo, discoteche e locali assimilati. Resta consentito il solo svolgimento di pranzi e/o cene, nel rispetto dei protocolli vigenti, nonché di altri eventi esclusivamente in forma statica con posti seduti e preassegnati e con obbligo di indossare la mascherina per tutta la durata dell’evento.

I trasgressori saranno puniti con una sanzione amministrativa che va da 400 fino a 1000 euro con accessoria chiusura dell’attività o dell’esercizio da 5 a 30 giorni.

“In relazione alla crescita abnorme di contagi registrati nelle ultime tre settimane e segnalata dalle autorità sanitarie, con particolare incremento relativo alle fasce di età giovanili, si sono rese indispensabili misure di contenimento e di divieto di feste al chiuso – spiega il Presidente De Luca –  che continuano irresponsabilmente con particolare riferimento a feste scolastiche, feste di laurea, di compleanno e simili. Si ricorda inoltre che in Campania l’uso delle mascherine anche all’aperto, che viene introdotto in altre regioni, è rimasto obbligatorio per tutto l’anno, anche nei mesi estivi. Si sollecita un controllo, anche con sanzioni, che per ora è rimasto assolutamente inadeguato, da parte delle Forze dell’Ordine e delle Polizie municipali”.

Un commento

  1. Feste di matrimonio, promesse di matrimonio, battezzi ecc. si possono fare? Credo di no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano