In vista della Fase 2 dell’emergenza sanitaria, l’assessore regionale al Turismo, Corrado Matera, interviene per approfondire la situazione vissuta dal Vallo di Diano. 

Poteva essere la seconda Codogno – esordisce Matera – si è intervenuti tempestivamente, sono stati circoscritti i focolai, si è allestita tempestivamente un’area Covid per accogliere e curare i nostri concittadini. Le criticità si stanno monitorando attraverso uno screening sul territorio che interessa diversi comuni“.

L’assessore Matera sottolinea che la Fase 2 sarà delicata perchè “da un lato abbiamo il dovere di evitare che si possa ricadere nella fase di emergenza, per cui è necessario un atteggiamento rigoroso, e dall’altro abbiamo la necessità di mettere in campo azioni per far ripartire l’economia“.

L’accento è posto sul Piano socio-economico della Regione Campania e sulle sue diverse azioni. “Molte delle quali interessano il Vallo di Diano – chiarisce Matera – e abbiamo anche rappresentato al Governo la necessità di estendere i benefici previsti per le ‘Zone Rosse’ del Nord anche ai nostri comuni. Negli anni passati il Vallo di Diano ha avuto una grande visibilità grazie alle tante azioni che come Regione abbiamo messo in campo. Abbiamo il dovere di non disperdere ciò che abbiamo fatto, di essere uniti. E’ un momento complesso, un dopoguerra, ma insieme, nella convinzione di voler ripartire e difendere la credibilità che abbiamo acquistato nell’ultimo periodo, ce la faremo“.

– Chiara Di Miele –

Un commento

  1. Cono Silvio Giffoni says:

    Insieme ce la faremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*