L’attuale situazione epidemiologica in Campania al centro della diretta del venerdì del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Si stanno completando i tamponi a tutti i docenti che fanno parte delle Commissioni degli Esami di Stato e sono in preparazione i controlli sul personale scolastico e universitario in vista dell’apertura dell’anno scolastico e di quello accademico. La Regione, inoltre, è già pronta per acquistare i vaccini antinfluenzali per una campagna di massa che si terrà tra fine settembre e ottobre, rivolta a bambini e adulti, per distinguere i sintomi dell’influenza stagionale da quelli del Covid-19.

Negli ultimi giorni – ha spiegato De Luca – abbiamo verificato che alcuni contagi riguardano persone che si sono ripositivizzate. Dobbiamo stare attenti e forse dobbiamo avviare una campagna di ripetizione dei tamponi molecolari. Abbiamo avuto due casi di nuovi contagi nel Vallo di Diano. La persona contagiata era asintomatica, ma era risultata negativa al tampone fino a 50 giorni fa. Adesso, invece, il tampone è risultato positivo. Bisogna fare attenzione e sapere che il problema non è alle nostre spalle“.

Oggi, però, l’indice di contagiosità della Campania è il più basso d’Italia, così come quello di mortalità. “Abbiamo una situazione sotto controllo che ci consente di fare aperture anche molto ampie” ha chiarito il Presidente della Regione. Nel weekend verrà decisa l’apertura delle sale bingo, delle sale scommesse, delle discoteche per quanto riguarda l’attività di ristorazione e di intrattenimento ma non quelle di ballo, verranno aperti gli spettacoli all’aperto anche con più di 1000 spettatori e nei locali chiusi verrà adottata una gradazione in base alle dimensioni dei teatri. Dal 1° luglio potranno partire i congressi che già possono essere programmati dagli organizzatori.

Da lunedì 22 giugno, come annunciato da De Luca, sarà reso facoltativo l’uso della mascherina all’esterno. Rimarrà obbligatoria nei luoghi chiusi, dove vi sono assembramenti e nei locali privi di aerazione. “E’ sempre bene continuare ad indossarla, anche quando all’esterno dovessero verificarsi assembramenti – ha spiegato – è un motivo ragionevole di prudenza anche quando non ci sarà più l’obbligo all’esterno dal 22. Ci avviciniamo al pieno dell’estate e diventa complicato mantenere la mascherina, ma se ci riusciamo usiamola e portiamola sempre con noi“.

In merito alla movida De Luca ha poi precisato che rimane il limite orario delle 22.00 per la vendita di alcolici da asporto.

Quello che succederà nei prossimi mesi – ha concluso – dipenderà dai comportamenti che ognuno di voi metterà in campo. Ci prepareremo ad essere pronti per le ipotesi peggiori, sperando di non avere il problema ovviamente. Qualunque sia l’evoluzione, la Campania rimarrà una regione sicura e le nostre famiglie non devono mai vivere le situazioni vissute in qualche realtà del Nord. Vi garantisco che queste tragedie in Campania non le vivremo, ma dateci una mano“.

– Chiara Di Miele –

 

2 Commenti

  1. Costanza Marfella says:

    Grande De Luca !!!!
    Molto è merito suo se la Campania ha contenuto l’epidemia !! Ma vorrei far leva anche sul senso di responsabilità di noi napoletani e campani

  2. Nugnes Maria rosaria says:

    Egregio governatore avrei voluto vederla così attivo anche nel cercare di risolvere il problema della terra dei fuochi…..anche per l’incremento dei tumori ci sono state morti che si potevano evitare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*