“Le tradizionali feste organizzate negli spazi pubblici all’aperto nella serata del 31 dicembre, già oggetto in alcuni contesti urbani di specifiche ordinanze sindacali di divieto, risultino ora generalmente vietate laddove implichino il rischio di assembramenti”.

E’ quanto si legge nella circolare del Ministero dell’Interno ai Prefetti firmata dal capo di Gabinetto, Bruno Frattasi.

Si elencano quindi le nuove regole in merito a Green Pass e Super Green Pass, ma anche le regole per le mascherine all’aperto e quelle di tipo FFP2. Infine, ricordando il divieto di feste ed eventi che implichino assembramenti anche in spazi aperti, nonché la chiusura delle discoteche, il Viminale chiede ai Prefetti “un’attenzione particolare in vista del Capodanno”.

Per la notte tra il 31 dicembre e il 1° gennaio saranno intensificati i controlli per verificare il rispetto delle disposizioni anti Covid.

“L’esigenza di una mirata intensificazione dei dispositivi di controllo viene in rilievo anche nelle successive giornate prefestive e festive che presumibilmente saranno connotate da un’intensa mobilità urbana specie nelle zone centrali e in quelle comunque contraddistinte da una maggiore concentrazione di locali ed esercizi aperti al pubblico”, si legge ancora nella circolare.

Nessun festeggiamento in piazza sarà permesso e i classici veglioni degli anni scorsi saranno quindi vietati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano