Saranno diverse le attività commerciali e produttive che potranno riaprire martedì 14 aprile e che non sono coinvolte dal nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Alcune attività, come i supermercati o market al dettaglio, erano già aperte nelle fase precedente.

Ecco le attività consentite dal 14 aprile:

  • PRODOTTI ALIMENTARI:

Ipermercati

Supermercati

Discount di alimentari

Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari

Commercio al dettaglio di prodotti surgelati

Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati

  • FERRAMENTA:

Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico

Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione

  • MEDICINALI E ARTICOLI SANITARI:

Farmacie

Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica

Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati

Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toeletta e per l’igiene personale

Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari

Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini

  • EDICOLE:

Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici

  • LIBRI E CARTOLERIA:

Commercio di carta, cartone e articoli di cartoleria

Commercio al dettaglio di libri

  • ARTICOLI PER NEONATI:

Commercio al dettaglio di vestiti per bambini e neonati

  • LAVANDERIE:

Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia

Attività delle lavanderie industriali

Altre lavanderie, tintorie

  • ELETTRONICA ED ELETTRODOMESTICI:

Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici

Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati

  • SHOPPING ONLINE:

Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet

Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione

Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono

  • SI AGGIUNGONO ANCHE:

Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia

Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici

Servizi di pompe funebri e attività connesse

Attività per le coltivazioni agricole e allevamento

Industria alimentare

Attività per l’estrazione di materie prime

Industria tessile

Call-center

Industria chimica e farmaceutica

Manifattura

Servizi pubblici (forniture acqua, luce, gas, smaltimento rifiuti)

Riparazione e meccanica

Alberghi

Trasporti

Poste e banca

– Claudia Monaco –


Articolo correlato:

10/04/2020 – Coronavirus. Conte:”Chiusura del Paese fino al 3 maggio. Decisione difficile ma necessaria”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*