A Brienza la solidarietà è stata molto più contagiosa del Coronavirus.

Grazie all’iniziativa di un cittadino, Salvatore Pasquale Varallo, è stata lanciata un’iniziativa solidale di raccolta fondi.

I cittadini di Brienza, in una sola settimana e con tutte le restrizioni in atto, hanno donato 1.550 euro con i quali Varallo ha consegnato gli ultimi DPI individuali ossia maschera protettiva trasparente, occhiali trasparenti a tenuta, occhiali trasparenti normali, mascherine altra protezione alla pediatra, a tutti i medici di base e al personale 118 operante a Brienza. Inoltre ha consegnato alcol, mascherine, altre venti tute monouso, protezione facciale in plastica e occhiali a tenuta.

Alla Casa di Riposo “San Giuseppe” sono stare donate oltre cento mascherine classiche, cinquanta mascherine alta protezione e alcol disinfettante.

Con il residuo economico di 200 euro sono stati acquistati dieci buoni carburante da 20 euro che sono stati consegnati, alla presenza del Sindaco, a tutte le associazioni volontarie operanti sul territorio.

“Un grazie anche ad una ditta di Viggiano – spiega Salvatore – che non conosco, ma che avendo appreso della nostra iniziativa dai social ha fatto recapitare 400 mascherine monouso a titolo di donazione gratuita. Vorrei ringraziare uno ad uno tutti coloro che hanno aderito all’iniziativa per trasmette le emozioni di tutti ma proprio tutti coloro che hanno ricevuto il materiale acquistato”.

“Non l’ho fatto per personalismo – spiega Salvatore ai cittadini – ma perché sapevo che insieme avremmo fatto qualcosa di buono. Con la vostra generosità, senso civico, altruismo ed appartenenza comunitaria, al di là del colore politico, della religione o del ceto sociale avete dimostrato che siamo una grande comunità capace di agire e reagire nei limiti delle nostre possibilità”.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*