Lo Sportello Unico Attività Produttive di San Rufo, attraverso una missiva alla Regione Campania, ha fatto presente la necessità di quanti, in questo periodo di emergenza legato al Coronavirus, non possono svolgere attività agricole non professionali.

“Vivendo in un territorio a tradizione agricola – sottolinea il Responsabile SUAP Antonio Manzione – ed interpretando le esigenze da parte di vari agricoltori, non a titolo professionale, che svolgono attività agricole minimali, di coltivazione di fondi agricoli per uso auto produzione abbiamo inviato un quesito ufficiale alla Regione Campania- Assessorato all’Agricoltura”.

La Regione ha riscontrato il quesito attrraverso l’avvocato Almerina Bove, Vice Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta Regionale della Campania sostenendo che l’attività è permessa se esiste la necessità di non far perire le colture. L’attività deve limitarsi ad una persona.

– Claudia Monaco –

4 Commenti

  1. Ottima notizia. Avete passato una notizia utilissima anche per eventuali controlli…complimenti!

    • Salvatore Gasparro says:

      Meglio approfondire quanto scritto perché, a mio avviso, non fa riferimento agli hobbisti ma ai professionisti. Perché quanto risposto è riportato tal quale nel Decreto ma relativamente ai soli professionisti!!! ATTENZIONE.

  2. È necessario avere autocertificazione, è vero?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*