“Oggi dopo molte settimane si è consentita la mobilità in due fasce orarie, dalle 6,30 alle 8,30 e dalle 19 alle 22. È stata una misura presa per dare respiro soprattutto alle famiglie con bambini. Abbiamo verificato per strada un eccesso di persone senza mascherine, senza distanziamento sociale, con assembramenti pericolosi”.

E’ questo il resoconto fornito dal Governatore della Campania Vincenzo De Luca. Da oggi, occorre ricordare, è in corso l’ordinanza regionale che consente di svolgere individualmente attività motoria all’aperto in prossimità della propria abitazione.

Il Governatore ha sottolineato che “è indispensabile ribadire che l’ordinanza vigente rende obbligatorio l’uso delle mascherine, il distanziamento sociale, la mobilità solo nelle vicinanze della propria abitazione. Non è assolutamente consentita una mobilità senza limiti, non protetta, disordinata. Le Forze dell’Ordine, le Polizie Municipali, sono invitate a garantire il rispetto rigoroso dell’ordinanza”.

“Il diffondersi di comportamenti irresponsabili – dichiara De Luca – produrrebbe una ripresa forte del contagio e renderebbe inevitabile il ripristino immediato del divieto di mobilità. È evidente a tutti che se non c’è da parte di ogni singolo cittadino senso di responsabilità, si rischia di prolungare all’infinito l’emergenza e la sofferenza di tutti, soprattutto dei bambini”.

– Claudia Monaco –

2 Commenti

  1. Tenente Kojak says:

    Governatore filosofo la”cuccagna”sta per finire,a breve la gente ti manderà a f*****o .Tu credi di fare punto e a capo all’infinito,però non rifletti che il popolo si è rotto i c******i.Guardati bene attorno.

  2. Giovanni says:

    L’ennesima minaccia dello showman è la seguente: se qualcuno non rispetta le regole della fase 2 io richiudo in casa tutti. In pratica, se la Regione non è in grado di far rispettare ai pochi le sue regole, le conseguenze le pagheranno tutti! Del resto è la medesima filosofia adottata dal Governo: non ci capiscono quasi niente e non hanno mezzi, perciò tutti rinchiusi senza distinzioni. Gli altri paesi europei sono stati colpiti dopo di noi e riaprono prima di noi in sicurezza. Siamo chiaramente in balia di incapaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*