La solidarietà in questi giorni feriti dal Coronavirus è la prerogativa degli animi nobili. In tanti si sono mobilitati con donazioni e raccolte fondi per sostenere gli ospedali e le strutture sanitarie o prendendo parte alle diverse iniziative della “spesa sospesa” nei supermercati.

Il Covid-19 è partito da Wuhan, in Cina. Proprio la folta comunità cinese nel Vallo di Diano fin dai primi giorni dell’emergenza ha deciso di sospendere le proprie attività commerciali per precauzione, quando ancora nessun decreto e ordinanza vietava di restare aperti.

Ma in queste ore un gesto singolare ha suscitato la gratitudine di diversi valdianesi. Toni Zhang è cinese ed è il titolare di un negozio di articoli per la casa a Sala Consilina. Da settimane la sua attività è chiusa, ma Toni ha pensato di tendere una mano a chi ne ha bisogno. Senza perdersi d’animo ha raccolto tutte le mascherine a sua disposizione e si messo ai bordi della strada, poco distante dal suo negozio, per distribuirle ai passanti. Munito di dispositivi di protezione, ferma le poche auto che passano e regala mascherine ed un sorriso.

Toni u’ cinese, ti voglio Sindaco – scrive Alessandro Paladino, cittadino di Sala Consilina che ha immortalato Zhang mentre è intento a distribuire mascherine – Sarà un gesto per pochi? No, è il primo“.

– Chiara Di Miele –

Un commento

  1. Zio Pasqui says:

    Un plauso, un abbraccio virtuale da tutta la comunità salese, rispetto e apprezzamento verso i lavoratori. Complimenti per il nobile gesto, che sia di esempio a tutti quelli che in questo momento hanno le tasche piene…. Ma solo per loro stessi. Mio nonno diceva, chi mangia da solo rischia di affogare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*