Nelle ipotesi per la ripresa del prossimo anno scolastico non vi sia la previsione di riduzione degli organici ma esattamente il contrario, cioè un potenziamento delle docenze”. A chiederlo è il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca al Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina.

L’impossibilità – ha scritto il Governatore De Luca – di consentire assembramenti che costituirebbero un pericolo per la salute pubblica, come più volte Lei ha sottolineato, comporta come prima logica conseguenza quella di evitare le cosiddette ‘classi pollaio’. A maggior ragione nel caso in cui dovessero pervenire indicazioni nazionali che prevedessero una didattica in presenza da garantire anche attraverso un ‘dimezzamento’ di alunni per classe e doppi turni”.

Secondo il Presidente De Luca sarebbe quindi necessario, in questo caso, un potenziamento degli organici.

– Paola Federico –

Un commento

  1. CAro governatore,ormai con il tuo atteggiamento da sceriffo,hai già fatto tanti disastri,almeno cerca di avere il buon senso di restare in silenzio a partire da adesso e fino al giorno in cui sarai defenestrato.prima di potenziare i docenti bisogna rimodulare gli edifici scolastici o individuare altre strutture da riconvertire in edifici scolastici altrimenti l’inizio del prossimo anno scolastico sarà con ogni probabilità una utopia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*