Dopo il Consiglio dei Ministri di questo pomeriggio il Presidente Giuseppe Conte ha tenuto una diretta per illustrare il nuovo Decreto adottato nell’ambito dell’emergenza Coronavirus.

Conte dovrà riferire ogni 15 giorni in Parlamento sulle misure adottate per contenere la diffusione del virus. Sono stati regolamentati i rapporti tra gli interventi del Governo e le Regioni, i cui Presidenti nell’ambito delle proprie competenze possono adottare anche misure più severe, lasciando in capo al Governo la funzione di coordinamento.

Infine è stata introdotta una sanzione che va da 400 a 3000 euro che si sostituisce alla sanzione attualmente prevista.

Sono veramente orgoglioso della reazione che tutti gli italiani stanno avendo nel rispettare le indicazioni che abbiamo fornito – ha affermato -. Le forze dell’ordine stanno facendo un’attenta verifica ma devo dire che la grande maggioranza si sta conformando a queste nuove regole che comportano nuove abitudini di vita. Tutti insieme dobbiamo fare la nostra parte per poter vincere questa emergenza e poterci rialzare quanto prima. Se tutti lo fanno, consentono all’intera comunità nazionale di uscire quanto prima da questa fase di emergenza“.

Conte ha poi precisato che da questa mattina vi è un’indebita diffusione di una bozza di Decreto. “Si è creato un po’ di dibattito sul fatto che l’emergenza sarebbe stata prorogata fino al 31 luglio – ha spiegato -. Nulla di vero. Abbiamo deliberato a fine gennaio lo stato di emergenza nazionale per uno spazio di sei mesi, ma questo non significa che le misure adesso in vigore saranno prorogate fino al 31 luglio. Siamo pronti in qualsiasi momento per allentare la morsa di queste misure, superarle e siamo fiduciosi che ben prima di quella scadenza si possa davvero tornare ad un migliore stila di vita. Perchè questa prova durissima ci renderà migliori, perchè tutti stiamo riflettendo su ciò che abbiamo fatto, sulla nostra scala di valori“.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*