Il Sindaco di Sassano, Tommaso Pellegrino, questa sera ha tenuto una conferenza in diretta Facebook per fornire aggiornamenti in merito all’emergenza Coronavirus.

Nei giorni scorsi, sono stati 6 i casi positivi al Coronavirus registrati a Sassano. Tra questi, come annunciato dal Sindaco Pellegrino, anche un agente della Polizia Municipale. Tutti i contagiati fanno parte dello stesso nucleo familiare.

“Posso tranquillizzare – ha spiegato Pellegrino – che non presentano criticità. A loro va il mio personale abbraccio e sostegno a nome di tutta la comunità. Tutte le persone che sono state in contatto con l’agente si trovano in quarantena e sono controllate. Continueremo il monitoraggio ma abbiamo messo in campo tutte le precauzioni del caso”.

Tra i vari contatti dell’agente municipale risulta anche lo stesso Pellegrino: “Mi sono sottoposto al tampone – ha annunciato – ed è risultato negativo. L’ho fatto perché era giusto dare tranquillità soprattutto per la mia professione di medico”.

“A tutti voglio dire – ha continuato – di utilizzare le mascherine perché non sappiamo se la persona che abbiamo di fronte è positiva o asintomatica. Cerchiamo di limitare le uscite per la spesa. Chi è sprovvisto di mascherina la può richiedere, non possiamo consentire a nessuno di non indossarle”.

Il Comune, inoltre, continuerà la sua operatività: “Abbiamo attivato la modalità smart working – ha spiegato – tutti i dipendenti comunali potranno lavorare da casa e i cittadini potranno rivolgersi a una serie di numeri che abbiamo reso noti. Dobbiamo limitare i rapporti, evitiamo di fare cose inutili e di essere irresponsabili. Dobbiamo remare tutti nella stessa direzione, quella della responsabilità”.

“Ringrazio quanti stanno lottando in prima linea, i medici, gli infermieri – conclude – le Forze dell’Ordine, i ragazzi dell’Esercito, il gruppo di Prevenzione dell’Asl Salerno. Tutti dobbiamo collaborare e fare la nostra parte. Quel ‘restate a casa’ non è scontato e ci permetterà di mettere in campo una strategia seria e limitare i contagi”.

– Claudia Monaco –

Un commento

  1. Dott. ssa Del Sordo Maria Felicia says:

    Credo che sia giusto per tutti noi medici essere sottoposti a tampone e ricevere i DPI. Per una mia paziente sintomatica, con link epidemiologico per esposizione ad un caso accertato, ho dovuto sollecitare più e più volte. Solo questa mattina dopo 20 gg (14 gg quarantena prorogata altri 10gg perché ancora sintomatica) è stata sottoposta a tampone per Covid-19.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*