Il sindaco di Montano Antilia Luciano Trivelli, in seguito all’ordinanza emanata dal Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca in materia di igiene e sanità pubblica, ha ordinato alcune disposizioni per evitare la diffusione del contagio del Coronavirus.

Nella serata di ieri infatti l’ospedale “Cotugno” di Napoli ha inoltrato un tampone positivo all’Istituto “Spallanzani” di Roma, appartenente ad una ragazza che da qualche giorni era rientrata a Montano Antilia, suo paese d’origine.

Vengono così sospese tutte le manifestazioni pubbliche o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico. Sospesi i servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado e tutte le attività commerciali, esclusi gli esercizi commerciali per l’acquisto dei beni di prima necessità (alimentari, farmacie, zootecnica).

Inoltre, è stata disposta la quarantena con sorveglianza attiva alle persone che hanno avuto rapporti stretti con i casi confermati di malattia infettiva diffusiva.

Gli stessi provvedimenti sono stati presi per il comune di Ceraso, territorio in cui la ragazza avrebbe transitato.

– Paola Federico –

Un commento

  1. PERCHE’ NON LO HA DETTO SUBITO DI ESSERE RITORNATA DAL NORD, HA ASPETTATO PRIMA CHE SIA STATO NECESSARIO IL RICOVERO AL “COTUGNO” E PRIMA AVER (FORSE)INFETTATO ALTRA GENTE. EPPURE E’ UNA RICERCATRICE CHE AVREBBE DOVUTO SAPERLO? CHE IDEA IGNORANTE E STRONZA DI TACERE LA COSA, VISTO CHE PROVENIVA DAL CREMONESE. IRRESPONSABILE ANCHE SE HA STUDIATO!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*