https://c2.staticflickr.com/8/7690/27068907082_6b5797c859_n.jpgGravissimo atto intimidatorio, a Corleto Monforte, nei confronti del sindaco del piccolo centro degli Alburni, Antonio Sicilia, che si è visto recapitare sull’uscio della sua abitazione, ubicata in via Palladino, una testa di maiale (nella foto a destra).

A dare l’allarme è stata la mamma del primo cittadino la quale, appena aperta la porta di casa, ha notato la testa mozzata del maiale, ancora grondante di sangue.

Io dormivo ancora – ci ha riferito il sindaco – quando mia madre, spaventata, mi ha rappresentato quanto era successo. Sono balzato dal letto e ho visto qualcosa di veramente sconcertante. E’ stata una carognata che la comunità di Corleto non merita. Corleto Monforte è un paesino formato da persone per bene, civili, che sanno vivere rispettandosi a vicenda. E’ un atto vergognoso che ci offende tutti”.

E’ stato lo stesso sindaco, oggi pomeriggio, a recarsi presso la vicina Stazione dei Carabinieri di Bellosguardo per depositare la denuncia. Le indagini, ora, sono tutte teste all’individuazione del gesto riprovevole che ha lasciato sconcertata l’intera comunità di Corleto Monforte.

– redazione –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano