I Carabinieri Forestali del Gruppo di Salerno, agli ordini del Tenente Colonnello Maria Gabriella Martino, hanno effettuato dei controlli sulle utilizzazioni boschive volta a verificare il rispetto delle norme che disciplinano le operazioni di taglio e di esbosco della legna.

La provincia di Salerno si connota per il rilievo socio-economico che le attività selvicolturali assumono e, tenuto conto che la legge della Regione Campania prescrive che l’epoca di taglio dei boschi cedui scade il 15 aprile e che entro il successivo 15 maggio devono essere completate le operazioni di sgombero e pulizia dei boschi allo scopo di agevolare la rinnovazione del bosco e di ridurre i fattori di rischio degli incendi boschivi, le verifiche si sono concentrate presso le aree boscate interessate dalle operazioni di taglio.

I militari hanno realizzato 191 controlli sulla regolarità delle operazioni di taglio e sgombero, accertato in 69 casi violazioni di legge e contestato 58 violazioni per un importo complessivo di 15.000 euro circa.

– Paola Federico –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*