Sono stati oltre 90 i veicoli fermati lungo l’autostrada A2 del Mediterraneo tra Salerno e Sicignano e controllati nel corso della giornata di ieri, dagli uomini della Polizia Stradale di Eboli agli ordini del Sostituto Commissario Antonio Quaranta.

Degli oltre 90 veicoli controllati, gli uomini della Stradale hanno effettuato 65 multe per violazioni al Codice della Strada di cui: 33 sanzioni per l’utilizzo del cellulare alla guida e 21 per il mancato uso delle cinture di sicurezza. Oltre alle sanzioni amministrative, la Polizia ha decurtato 265 punti dalle patenti di guida dei conducenti.

Un servizio di controllo importante dunque per garantire la sicurezza in strada, coordinato dalla Dirigente della Polizia Stradale della sezione di Salerno, Grazia Papa e volto al contrasto dei comportamenti irregolari alla guida con l’obiettivo di garantire la massima sicurezza e incolumità agli utenti della strada.

L’uso del cellulare alla guida rappresenta la principale causa dell’80% degli incidenti stradali mortali – spiega ad Ondanews il Commissario Antonio Quaranta –Le telefonate, l’uso dei social network, lo scattare foto e registrare video alla guida, inducono a distrazioni gravi che nella maggior parte dei casi si rivelano fatali per sé e per gli altri automobilisti. Tra l’altro, anche il mancato uso delle cinture di sicurezza sia anteriori che posteriori, provoca gravi lesioni che spesso sono irreversibili in caso di urto in autostrada“.

– Mariateresa Conte 

Un commento

  1. Purttoppo in Italia sembra che le macchine non camminano se non hanno il telefonino all’orecchio. Devono sanzionarli , facendogli mettere mano al portamoneta dalla prima volta senza ,il sistema punti no li tocca troppo.Multare bisogna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano