Anche nel corso dei giorni appena trascorsi l’attività di prevenzione e controllo per il contenimento della diffusione del Coronavirus è continuata su tutto il territorio della provincia di Salerno.

Le Forze dell’Ordine hanno effettuato servizi finalizzati a salvaguardare la salute e la sicurezza pubblica e a costituire un efficace deterrente ai fenomeni di assembramento. In tale ambito operativo sono proseguiti i servizi di vigilanza a livello di coordinamento interforze, disposti dal Questore della Provincia di Salerno, che, d’intesa con i Comandanti Provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, ed avvalendosi della preziosa collaborazione dell’Esercito Italiano, della Polizia Provinciale e della Polizia Municipale di Salerno, hanno portato al controllo di 6.687 persone, 4.168 veicoli e 1.799 esercizi pubblici.

Sono 132 le persone sanzionate per mancato uso della mascherina e 9 i titolari di esercizi pubblici multati per mancato rispetto della normativa anti-Covid. Sanzionati anche 9 esercenti. In particolare, a Salerno i gestori di cinque locali, tre sul Corso Vittorio Emanuele, uno a Piazza S. Agostino ed uno a via Roma, sono stati sanzionati perché hanno continuato la somministrazione oltre le ore 18, anche con la servita ai tavoli, agli avventori.




A Battipaglia è stato sanzionato con la chiusura un circolo ricreativo perché consentiva la consumazione di cibo a una decina di persone, assembrate all’interno, in un orario oltre le ore 18.

Inoltre, durante i controlli, è emerso che una delle persone identificate in strada risultava in quarantena in quando positiva; l’uomo è stata pertanto denunciato per l’inosservanza del divieto di mobilità dalla propria abitazione.

Come è noto, l’aumento dei contagi ha segnato il passaggio, da oggi, dalla zona gialla alla zona arancione in alcune regioni d’Italia, tra cui la Campania.  Sono per questo stati già predisposti e sono in atto controlli maggiormente intensificati con l’entrata in vigore, da oggi, delle misure più restrittive previste.

– Paola Federico –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*