Nella giornata di ieri gli agenti della Polizia Municipale di Agropoli, nel corso di specifiche attività di controllo anti Covid-19 disposte dalla Questura di Salerno, hanno accertato e contestato la violazione di norme statali ad un titolare di un negozio di abbigliamento di via Risorgimento, il quale non osservava l’obbligo di chiusura imposto per tale tipo di attività, in riferimento alle condizioni dettate dalla zona rossa.

E’ scattata quindi la sanzione amministrativa di 400 euro per il titolare e la sospensione dell’attività per 5 giorni.

Nella stessa giornata, su segnalazione del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Salerno, sempre gli operatori della Polizia Municipale hanno accertato che una cittadina di nazionalità statunitense, domiciliata ad Agropoli, positiva al Covid-19 si è allontanata, probabilmente, dal territorio nazionale senza autorizzazione del Dipartimento dedicato dell’Azienda sanitaria locale. La donna è risultata positiva lo scorso 22 febbraio e non si è negativizzata.

All’accesso del personale Usca, per effettuare l’ennesimo tampone molecolare, la donna non era presente presso il proprio domicilio. Da informazioni assunte, fanno sapere dal Comune di Agropoli, pare che abbia fatto ritorno negli Stati Uniti.

Il personale intervenuto ha provveduto a denunciare la donna all’Autorità giudiziaria competente. Inoltre il fascicolo è stato trasmesso alla Compagnia dei Carabinieri di Agropoli affinché provvedesse ad informare il Ministero dell’Interno e a sua volta i posti di Polizia di frontiera al fine di accertare se avesse o meno lasciato il territorio nazionale, senza l’autorizzazione del Dipartimento Asl.

– Paola Federico –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*