Il Forum dei Giovani di Auletta, vincitore del Bando regionale “Giovani in Comune” con il progetto “Conservare la memoria in un ecosistema sociale“, ha iniziato le sue attività a partire dalle scuole.

Il progetto mira al coinvolgimento delle diverse parti sociali per l’acquisizione di conoscenze e di una maggiore consapevolezza socio-territoriale. Le attività, infatti, sono state pensate in base alle esigenze delle varie fasce della popolazione: bambini, adulti e anziani.

In particolare, la prima fase ha riguardato le Scuole Elementari – spiegano i ragazzi del Forum -. Abbiamo portato la lettura di alcune fiabe, precedentemente scritte coinvolgendo due ragazze di Auletta che si occupano di educazione infantile, per rendere la fiaba uno strumento di conoscenza. Le fiabe scritte, infatti, narrano di luoghi storici e artistici del paese e le trame costruite intorno a questi luoghi contengono elementi di storia, di tradizioni, di memoria collettiva del territorio aulettese. Attraverso le fiabe i bambini conoscono la storia del paese che è anche la loro storia, al fine di arricchire la loro esperienza di nuove conoscenze e di stimolare la scoperta del mondo, anzitutto quello circostante“.

I bambini sono poi stati coinvolti in un’attività più creativa: hanno disegnato liberamente scene e personaggi delle fiabe e questi disegni diventeranno le illustrazioni del prodotto finale dell’attività del Forum, ovvero un libricino contenente le fiabe e i disegni realizzati dai bambini stessi che diventano in questo modo coautori del libro.

Una seconda attività dedicata ai ragazzi, sempre in collaborazione con l’Istituzione scolastica di Auletta, è stata rivolta alle Scuole Medie – raccontano dal Forum -. Gli alunni sono stati coinvolti in un laboratorio di storia locale. In diversi incontri, dopo la raccolta di informazioni su alcuni luoghi di interesse storico, abbiamo collaborato con i ragazzi nella realizzazione di brochure turistico/informative sui luoghi di interesse storico scelti: il Ponte Romano della difesa, il Castello Marchesale e la Villa Produttiva Romana. Dopo aver analizzato insieme come si costruisce una brochure, gli alunni hanno sviluppato e acquisito competenze digitali e realizzato un prodotto finale che verrà utilizzato in una fase successiva del progetto“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*