La rettifica al Decreto Rinascita, con l’esclusione dal fondo speciale di 200 milioni dei comuni oggetto di provvedimento di “Zona Rossa”, va assolutamente modificata”.

Lo dichiarano i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano ,Valeria Ciarambino, Maria Muscarà, Vincenzo Viglione, Luigi Cirillo, Gennaro Saiello e Tommaso Malerba.

“A causa di distinti focolai di contagio – spiegano in Campania sono diversi i territori che hanno pagato lo scotto di ulteriori restrizioni e limitazioni che si sono riverberate, inevitabilmente, su un’economia già depressa per gli effetti dell’emergenza economica. Un paradosso che, in un momento di tanto decantata solidarietà per le aree in difficoltà, crea una parzialità inaccettabile. Conosciamo fin troppo bene le realtà dei territori della Campania dichiarati Zona Rossa e a quali difficoltà stiano ancora oggi andando incontro”.

“Abbiamo sollecitato i nostri parlamentari – annunciano infine – a intervenire con emendamenti, affinché i Comuni salernitani del Vallo di Diano, quelli avellinesi di Ariano Irpino e Lauro e quello di Saviano, dichiarati Zona Rossa nel corso prima fase pandemica, siano ricompresi tra i beneficiari del fondo speciale”.

– Claudia Monaco –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*