Una delegazione di 20 rappresentanti delle istituzioni e delle realtà associative dei comuni cilentani di Rofrano, Piaggine, Morigerati, Casaletto Spartano, Tortorella e Camerota è in questi giorni nelle Marche, per un gemellaggio con il comune di Corinaldo, in provincia di Ancona, guidato dal sindaco Matteo Principi.

La trasferta marchigiana dei sei comuni si inserisce tra le attivita del progetto “Took cm, Transfered of Organized Knowledge Marche-Cilentp Countryside” promosso dell’UE, dal Ministero per lo Sviluppo Economico, dal Ministero per la Coesione Territoriale e dal Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica, con il supporto scientifico dell’Università Politecnica delle Marche.

Uno scambio di esperienze e buone pratiche sulla valorizzazione del turismo in entrata e la promozione di risorse ambientali, culturali ed enogastronomiche dei territori.

La delegazione è a “lezione”, apprendendo l’utilizzo turistico che Corinaldo, paese di poco più di 5mila abitanti, ha fatto delle risorse e delle capacità attrattive del proprio territorio. Dopo il primo incontro con la giunta comunale corinaldese, che nelle scorse settimane ha fatto visita all’entroterra Sud della provincia di Salerno, incontri su governance e marketing territoriale si alternano a visite guidate nei luoghi di interesse.

I cilentani stanno così conoscendo il paesaggio rurale, la filiera agroalimentare, le strutture operative della cittadina. Un gemellaggio che permetterà di importare idee e linee guida da sviluppare già al rientro, previsto per il primo novembre. Corinaldo è famosa, tra le altre cose, per essere la città natale di Santa Maria Goretti e, al contempo, la capitale italiana di Halloween.

– Gianpaolo D’Elia – 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*