Il Cilento si conferma terra di centenari. Questo pomeriggio infatti l’ambito traguardo dei 100 anni è stato raggiunto a Palinuro, frazione costiera del Comune di Centola, da Sofia D’Isabella.

Zia Sofia, come tutti la chiamano in paese, è rimasta vedova nel ’56 a causa della morte improvvisa del marito. Ma nonostante le avversità della vita ha cresciuto sette figli con sacrificio, amore e tanto lavoro. La neo centenaria infatti da giovane lavorava alla mensa degli operai della Edison, presente a Palinuro, per portare avanti la famiglia e donare un futuro migliore ai propri figli.

Nostra madre ci ha cresciuto con tanto amore – dichiarano all’unisono – e nonostante la scomparsa prematura di nostro padre Luigi non si è mai voluta risposare. La sua unica ragione di vita eravamo noi figli“. Proprio loro, infatti, in compagnia dei 14 nipoti e dei 18 pronipoti, erano questo pomeriggio tutti intorno all’amata Sofia per festeggiare il suo centesimo compleanno.

I miei figli mi sono stati sempre vicino – ha affermato la festeggiata – e negli anni non mi hanno mai dato alcun problema“.

Presente ai festeggiamenti in onore di Sofia D’Isabella anche il Sindaco di Centola Carmelo Stanziola che per la straordinaria occasione ha donato da parte dell’intera Amministrazione una pergamena alla centenaria, dedicandole parole di stima e di affetto. “Oggi è un giorno di festa per l’intera comunità di Centola – ha dichiarato Stanziola – La signora Sofia deve essere da esempio per tutte le nostre famiglie che oggi sono sempre più distaccate e poco avvezze al sacrificio. La vita di zia Sofia si è basata proprio sui sacrifici in nome della famiglia“.

Subito dopo la lettura della pergamena si è dato inizio ai festeggiamenti con il tanto atteso e meritato taglio della torta.

– Maria Emilia Cobucci –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*