Sequestrate opere abusive compiute sul demanio marittimo a Castellabate. L’ufficio circondariale marittimo della Guardia Costiera di Agropoli, al comando del tenete di vascello Rosario Florio, nell’ambito di un’operazione per contrastare l’abusivismo, ha posto i sigilli a delle costruzioni realizzate senza le necessarie autorizzazioni all’esterno di un’abitazione privata di località Lago di Castellabate. Le indagini, svolte dall’ufficio locale marittimo diretto dal maresciallo Pasquale De Vita, hanno portato alla luce una corte realizzata sul demanio marittimo costituita da opere rivestite in pietra e un cancello in ferro zincato, privo dell’autorizzazione del Compartimento marittimo, posizionato nella proprietà privata ma sulla linea di confine del demanio.

Le opere abusive sono state sottoposte a sequestro penale preventivo perchè violano varie norme del Codice della Navigazione e vincoli ambientali e paesaggistici di pregio in assenza del nulla osta del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. I lavori abusivi avrebbero arrecato danni anche alla duna sabbiosa e alla presenza della macchia mediterranea costituita dai gigli di mare.

– redazione –


 

Commenti chiusi