Sono stati denunciati dal Corpo Forestale dello Stato due bracconieri, responsabili di aver praticato esercizio venatorio e introduzione di arma da fuoco non autorizzata nell’area protetta del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, nel comune di Casalvelino in località “Foresta”. La pattuglia, perlustrando una strada in terra battuta, ha sorpreso in flagranza di reato due persone che, armate di fucile, erano intente ad esercitare una battuta di caccia.

I forestali hanno sottoposto a sequestro penale le armi e le munizioni, demandando alla competente Autorità Giudiziaria di Vallo della Lucania i due bracconieri, rispettivamente di 56 e 37 anni, entrambi residenti a Casalvelino.

Prosegue dunque con grande impegno l’attività del Corpo Forestale dello Stato,  mantenendo alta l’attenzione per affermare la legalità sul territorio protetto.

– redazione –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*